Qual è la tua preoccupazione più grande?

Probabilmente è difficile sceglierne una sola. Il cloud. I lavoratori da remoto. Tutti quei dispositivi. O una violazione profonda.

Le preoccupazioni in grado di toglierti il sonno non mancano.

Questo era vero già prima della pandemia; ma ora, con tutti questi lavoratori da remoto, dispositivi IoT e ambienti cloud, è difficile riuscire a mantenere elevata la produttività di tutti e al tempo stesso garantire la sicurezza della rete.

Ambiente di lavoro ibrido o campus

Secondo Forrester, il 53% di chi ha iniziato il telelavoro vuole continuare con questa modalità. Perciò il lavoro ibrido continuerà ad esistere. Ma con l’accelerazione che il telelavoro imprimerà alla migrazione sul cloud, come sarà possibile estendere la sicurezza della rete dall’edge al cloud?

Sempre più dispositivi IoT

Ora che ci sono sempre più dispositivi connessi alla rete, alcuni dei quali al di là del controllo esercitabile dall'IT, come puoi fare per mettere da parte le VLAN generate manualmente che creano confusione e lasciano aperta la porta a potenziali rischi?

Vendor lock-in

Gli attacchi diventano sempre più sofisticati: occorre perciò implementare le migliori soluzioni di sicurezza. Come puoi fare per adottare servizi di sicurezza basati sul cloud integrandoli nella tua architettura Zero Trust/SASE senza dover dipendere da un singolo fornitore?

Proteggi la tua rete dall'edge al cloud con gli approcci Zero Trust e SASE.

Ora puoi sfruttare i vantaggi commerciali e operativi del cloud mantenendo elevati livelli di sicurezza. Ecco come.

Definisci una strategia Zero Trust e SASE

È importante servirsi di una rete con visibilità, controllo e applicazione delle politiche completi basata su architetture Zero Trust e SASE (secure access service edge) integrate.

Metti da parte la segmentazione del traffico VLAN

L'approccio Zero Trust permette di applicare gli stessi controlli tanto alla rete del campus quanto a quelle delle filiali, agli uffici domestici e ai lavoratori da remoto, eliminando la necessità di VLAN generate manualmente, che possono generare confusione e lasciare la porta aperta a potenziali rischi. Inoltre, il controllo degli accessi in tempo reale basato sull'identità protegge la rete dall'edge al cloud.

Integra la tua architettura Zero Trust/SASE con il tuo ecosistema di sicurezza

Con l'aumentare del numero di applicazioni migrate sul cloud, le organizzazioni devono pensare a come estendere al cloud l'architettura della loro sicurezza senza rifarsi al modello attualmente in uso (cosa che incrementerebbe i rischi). Meglio combinare un controllo degli accessi basato sull'identità a livello della rete e una solida integrazione con i servizi di un fornitore di sicurezza del cloud leader nel settore come Zscaler, Netskope, Check Point, Palo Alto Networks, ecc.

Architetta un edge sicuro

Il lavoro da remoto sta accelerando la migrazione verso il cloud e i requisiti di sicurezza della rete devono cambiare di conseguenza. Introducing the Zero Trust Edge Model for Security & Network Services (Introdurre il modello Zero Trust per l'edge per la sicurezza e i servizi di rete) di Forrester mostra come agire.

Lo stato delle architetture Zero Trust, SD-WAN e SASE

Il Ponemon Institute ha intervistato 1.826 professionisti IT in tutto il mondo per comprendere lo stato delle architetture SD-WAN, SASE e Zero Trust Security. Le loro scoperte potrebbero sorprenderti.

Hai perso Atmosphere ’21?

Sei ancora in tempo per ascoltare Keerti Melkote, fondatore di Aruba, mentre ci mostra la sua visione della rete edge-to-cloud, come creare l'architettura di un'infrastruttura SASE/Zero Trust e molto altro.

Scopri come le soluzioni di Aruba possono aiutarti

Scopri cosa c'è sulla tua rete, assicurati che gli stessi controlli siano applicati alle reti del campus o delle filiali ed estendili all'ufficio domestico o al lavoratore remoto.

Controllo accessi alla rete

  • Controllo delle policy senza agenti e risposta automatica
  • Privilegi di accesso applicati dinamicamente
  • Accesso sicuro per ospiti, dispositivi IoT e dispositivi personali
ClearPass Device Insight screen

Individuazione e profilazione dei dispositivi

  • Scopri cosa c'è sulla rete
  • Identifica e analizza i dispositivi ignoti
  • Applica e utilizza politiche basate sul ruolo

Gestione unificata delle minacce

  • Prevenzione degli attacchi completamente integrata
  • Accesso minimo e micro-segmentazione
  • Controllo sensibile al contesto

Vuoi affrontare le tue più grandi preoccupazioni a proposito della sicurezza della rete?