Aruba ESP: dieci cose da sapere

Dieci cose da sapere su Aruba ESP (Edge Services Platform), la nuova piattaforma di networking intelligente proposta da HPE Aruba.

Cos’è e come funziona?

  • L’abbiamo chiamata piattaforma di networking intelligente perché è basata sull’intelligenza artificiale (AI) ed è stata progettata per identificare e risolvere automaticamente i problemi della rete, spesso apportando modifiche prima che l’inconveniente possa verificarsi. Al momento solo il 18% delle modifiche alla rete viene effettuato in questo modo. Abbiamo definito questa capacità di ESP nel prevedere i cambiamenti che saranno necessari come il suo ‘sesto senso’. Anche se ESP significa ‘Edge Services Platform’, il suo nome è stato anche ispirato dall’idea delle percezioni extra sensoriali, ossia la capacità che la piattaforma fornisce ai clienti.
  • Si tratta di una capacità unica, basata sull’esperienza che in dieci anni HPE Aruba ha maturato nello sviluppo di soluzioni AI e sul data lake storico al quale può attingere per addestrare gli algoritmi di machine learning. HPE Aruba può accedere a dati più pertinenti e confrontabili rispetto a quelli di qualunque suo concorrente, permettendo alle proprie soluzioni AI di funzionare in modo più efficace e affrontare i problemi con più precisione. Se molti tecnici di rete trascorrono oggi intere ore a collegare manualmente i vari punti per tratteggiare i problemi, ESP svolge lo stesso lavoro automaticamente con una precisione del 95%.
  • Oltre a questa capacità (‘AIOps’), gli altri due elementi chiave di ESP sono:
    • Infrastruttura unificata: permette all’intera rete di essere gestita centralmente da un unico hub anziché da piattaforme separate per gli ambienti cablati, wireless e WAN, dovendo anche replicare manualmente le modifiche tra tutti i vari domini coinvolti (campus, branch, data center, lavoratori remoti)
    • Sicurezza di rete Zero Trust: attraverso una combinazione dei tool di sicurezza HPE Aruba, le aziende possono rilevare, prevenire, isolare e bloccare le violazioni della rete, idealmente prima che possano persino avvenire

Insieme, queste capacità fanno sì che ESP soddisfi le tre esigenze di cui i clienti ci parlano sempre: automazione, agilità e sicurezza.

Come riesce ad aiutare i clienti?

  • ESP è stata progettata per aiutare aziende che trattano volumi sempre più grandi di dati all’edge delle loro reti (il punto in cui gli utenti, siano essi dipendenti o clienti, interagiscono con dispositivi ed esperienze digitali). Nell’arco dei prossimi due anni oltre il 50% dei dati sarà generato qui, al di fuori di cloud e data center.
  • HPE Aruba crede nell’idea dell’Intelligent Edge: sfruttando i dati creati nell’edge, le aziende possono aumentare l’efficienza, scoprire qualcosa di più in merito a clienti e dipendenti e creare la miglior esperienza possibile per loro e, in questo, sviluppare anche nuovi flussi di ricavi. ESP è stata costruita come piattaforma intelligente e scalabile per aiutare aziende di differenti settori e dimensioni a sbloccare il valore dei loro dati per accelerare la trasformazione digitale.
  • ESP aiuterà le aziende a superare molte delle barriere che impediscono di mettere a frutto l’Intelligent Edge. Il suo hub centrale consente ai responsabili di rete di operare con livelli superiori di velocità e agilità non dovendo più monitorare molteplici sistemi. AIOps significa che buona parte del lavoro di base della gestione di una rete è svolto automaticamente, permettendo al personale IT di concentrarsi più sull’innovazione (e ottenere anche migliori insight sulle performance del business e sul comportamento dei clienti a relativo sostegno). ESP è stata costruita per essere scalabile, dal momento che i volumi di dati generati in ambito edge aumenteranno esponenzialmente nel corso dei prossimi anni.

Perché è importante e rilevante in questo periodo?

  • ESP è ancora più rilevante in questo periodo di emergenza Covid-19. Un sondaggio recente di HPE Aruba ha rilevato che sono più numerosi i responsabili IT che prevedono di incrementare gli investimenti a favore delle tecnologie di rete basate su AI (35%) a seguito della pandemia rispetto a quelli che pensano di ridurli (17%). Stiamo osservando un cambio di direzione nella trasformazione digitale, dal momento che i clienti devono rispondere a nuove esigenze e far evolvere i propri modelli di business per adeguarli a un ambiente in continua evoluzione. Molti di questi cambiamenti dipendono dalla disponibilità di strumenti per la gestione di una rete agile, scalabile, cloud-native e sicura.
  • ESP è stata progettata perché le aziende possano utilizzarla nel modo per loro più comodo. Può essere implementata on-premise, attraverso il cloud o secondo il modello as-a-service a seconda del budget, della casistica di utilizzo e dei requisiti normativi. Questo elemento è importante considerato che molti clienti stanno cambiando il modo in cui consumano riservando sempre più attenzione al cloud. Questa tendenza è stata accelerata dalla diffusione del telelavoro e dalla necessità dei responsabili di rete di ottenere visibilità e controllo migliorati su reti che stanno diventando sempre più complesse e variegate.
  • HPE Aruba offre ai clienti la flessibilità finanziaria per acquisire ESP, compresa un’opzione che consente di versare l’1% del valore contrattuale totale per i primi otto mesi, differendo più del 90% del costo, per i clienti di lancio, al 2021. Questa possibilità è stata pensata affinché i clienti che devono affrontare limitazioni finanziarie a seguito del Covid non siano esclusi dall’accedere alla tecnologia di cui hanno bisogno per poter andare avanti.
  • ESP è utile in particolare per le aziende che si stanno adattando a nuovi modi di lavorare a seguito della pandemia. La piattaforma può supportare workplace più adattabili che consentono telelavoro, distanziamento sociale e soluzioni di tracciamento. ESP si basa sul lavoro che HPE Aruba già svolge con i clienti che hanno esigenze di rete complesse su più sedi, come per esempio la società di costruzioni NCC i cui ambienti spaziano dagli uffici ai siti di costruzione e ai tunnel, ciascuno con la propria rete wireless.